Origami

LA SEMPLICITA’ IN UNA SCATOLA {DETTAGLI E CONTAMINAZIONI}

Buongiorno!

Com’è andato il week end lungo?

Noi abbiamo fatto scorta di informazioni e concluso alcune ricerche!

Oggi per la rubrica Dettagli e Contaminazioni parleremo di scatole..

Matrimonio, battesimo, compleanno, etc: quando si è alla ricerca di un piccolo dono da lasciare agli invitati, si entra in crisi. Vogliamo dare una piccola svolta all’argomento bomboniere, proponendovi la semplicità: è la soluzione più facile che spesso crediamo banale, ma basta usare i dettagli giusti per avere degli ottimi risultati.

L’esagerazione, l’ostentazione, non pagano, la semplicità si.

Come queste scatoline cartone o ricoperte con carta da pacco, personalizzate con spago, bandierine e rafia: un piccolo dettaglio che cambia la finalità dell’oggetto.

1590bd87115da42f84c8322e424072f5 14ca2d1cd0436fb6a8d6256a03472ae9f2 f01e6320c5f56c35c908b1175d3acfdd3

Colore+fantasie.

Una scatola anonima, prende vita con un fiocco colorato e con un accostamento di colori, indipendentemente che sia in tinta o a contrasto. A volte basta il nastro giusto e il gioco è fatto!

13eeee8ecac82e5c2613ddd97bad7cf94 98eb21eaffff9673560e177f46218b875 657202d4594257a75478a6440aecf73f6

Se poi non si vuole avanzare neanche una briciola,  esistono scatole a forma di fetta di torta, della serie #antispreco!

492b2c5ef131b4a609ac1d3a1d0f63677

Per oggi è tutto.. Vi salutiamo!

 

Elisa e Serena

DOTplan

 

Photo Credits: 1. thesweetprimadonna 2. creaturecomfortsblog 3. stylemepretty 4. countryliving  5 .kwernerdesign 6. etsy 7. etsy

 

Annunci

Altra metà della mela {Backstage}

Ciao a tutti,

stiamo selezionando le ultime immagini della festa di domenica per i 2 anni di Filippo, ma nel frattempo vorremmo concludere il discorso L’altra metà della mela.

Vi abbiamo raccontato la giornata, ma non il dietro le quinte, le idee,i preparativi e l’handmade!

Partiamo dall’inizio:

La scelta di decorare ogni tavolo con un tema ben distinto è nata dall’idea di mostrare agli ospiti la nostra versatilità e l’opportunità di creare allestimenti diversi solo con alcuni dettagli semplici quanto incisivi. Ad esempio nel tavolo romantico il nostro lavoro si è concentrato sulla creazione degli origami.. nostro.. gli origami sono opera delle manine svelte e precise di Serena.

Con questo piccolo ed economico dettaglio abbiamo voluto caratterizzare un tavolo che sarebbe potuto essere classico con un materiale come la carta, moderno e ultimamente moto in voga; che insieme all’utilizzo di pochi fiori, ed oltretutto non i soliti, ha comunque trasmetto un’atmosfera romantica. Per il menù abbiamo pensato di usare un carattere sinuoso e la ciliegina è stata la possibilità di tagliare il contorno con una macchina meravigliosa fornitaci gentilmente da Alice.. tagliare a mano una forma simile sarebbe stato un rischio!

Nel tavolo nordic fall invece il tocco, oltre all’utilizzo di legumi invece che fiori per il centrotavola, è stata la creazione delle tovagliette tête-à-tête in compensato reso adatto all’utilizzo con una bella carteggiata e diverse mani di smalto opaco trasparente. In questo caso l’ideatrice e creatrice sono io :P. Il menù invece è diventato portatovagliolo.. E con l’utilizzo di tonalità fredde ha trasmesso molto bene l’idea del tavolo.

Il green table è stato il nostro pallino sin dall’inizio: volevamo usare la verdura verde per creare il centrotavola!

E per seguire questa idea il segnaposo è stato composto da una mela e dal menù a bandierina infilzato in cima. Questo menù rispecchia l’idea contemporanea e anticonformista dell’allestimento utilizzando un font irregolare con colori intensi e polverosi a contrasto.

Il tavolo dolci era a tema colori dell’autunno e oltre a raccogliere foglie e rametti ci siamo impegnate a creare ghirlande di carta da pacco e cartoncino, per dare movimento verticale. Anche in questo caso l’artefice è Serena, che oltre a confezionarle ha avuto la pazienza e la caparbietà di arrampicarsi su una scala (io soffro tanto tanto di vertigini) per appenderle con il filo di nylon alle travi del soffitto.

 

..grande effetto con piccoli gesti che derivano da uno studio precedente importante! Si vede che a noi è piaciuto?

E del tavolo industriale cosa ne pensate?

Noi ne siamo molto fiere: la carta da pacco invece della tovaglia, le scritte a pennarello sulla tovaglia invece dei topper, elementi industriali ed artigianali appesi e riutilizzati in modo insolito..

alessia gatta copyright

La zona del photobooth è stata allestita da Alessia, che è stata molto brava e creativa scegliendo uno sfondo originalissimo (doccia), costruendo la cornice polaroid ed acquistando quei bellissimi props.

Abbiamo inoltre ideato e confezionati le scatole cadeau con all’interno gadget, cartoline promozionali e biglietti da visita di tutti i nostri partners, i cartoncini descrittivi per il gioco degli origami e decorato i tappi dei vasetti per la degustazione al buio.

alessia gatta copyright

Ricapitoliamo: potete contattarci per grafiche coordinate, handmade e ovviamente pianificazione eventi!

Noi siamo soddisfatte..

..voi che ne pensate?

Diteci la vostra!

Buona serata

Elisa

 

Altra metà della mela {terza parte}

Eccoci qui..

Se ancora non ne avete abbastanza, oggi parliamo dell’ultima parte dell’AltraMetàdellaMela. Dopo la degustazione ed i due giochi è ora di parlare del photobooth di Alessia Gatta, allestito con una sagoma Polaroid e una tenda con tanto di doccia,

I nostri ospiti si sono scatenati, sbizzarriti, divertiti, a suon di mascherine, baffi, occhiali (e chi più ne ha ne metta!) lasciando un simpatico ricordo della giornata, impresso nell’obbiettivo.

Da parte di Elisa e Serena un grazie a chi ha deciso di scommettere in questo evento,  collaborando per la riuscita:

Alessia Gatta Photographer

Ristorante Leggero di Turbigo

Maria Cake Designer

Fioreria Carla Baga di Turbigo

 Un grazie anche a chi ha partecipato e si è prestato a conoscere il mondo DOTplan.

 Se avete un evento, un matrimonio, un party, vi abbiamo dimostrato quanto sappiamo impegnarci, quanto amiamo prenderci cura di tutti i dettagli e realizzarli concretamente.

Siamo qui pronte ad ascoltarvi.

Altra metà della mela {Parte 2}

Buongiorno,

sabato abbiamo parlato e pubblicato le prime foto della degustazione al ristorante Leggero, eravamo rimasti al  dopo aperitivo.

I partecipanti, accomodati al proprio tavolo, hanno gustato il menù proposto dallo chef: una tatin alla cipolla rossa con fonduta al Roquefort , un risotto carnaroli con pere caprino e riduzione al Merlot e per secondo vitello cotto a bassa temperatura con patate rosolate ai porri.

Prima della sessione dolci, abbiamo pensato di spezzare il pranzo,  con due giochi per provare le abilità gustative e manuali dei partecipanti. Con occhi bendati, alcuni coraggiosi, hanno provato differenti ingredienti al buio.. scatenando una vera e propria complicità tra i commensali!

Sempre per metterli alla prova abbiamo consegnato ad ognuno di loro le istruzioni per creare un braccialetto origami.. e sorpresa: i migliori sono stati gli uomini!

Finita questa piccola parentesi  ludica, abbiamo chiuso il pranzo con il grande assortimento di dolci proposto dal ristorante Leggero e dalla bravissima Maria Cake Design. Per l’allestimento del tavolo ci siamo ispirate ai colori dell’autunno, con girandole appese al soffitto per dare un tocco scenografico e movimento verticale, rami, foglie e composizioni secche.

Oltre alla meraviglia e squisitezza di tutti i sweet fingers, spenderei una parola per la spettacolare torta naked in versione autunnale, con uva e semi di melograno!

Sarà ovvio dirlo, ma in pochi minuti era già tutto finito!

Vi aspettiamo con l’ultima parte del racconto della nostra degustazione dedicata alla brillante Alessia Gratta ed il suo photobooth.. non mancate!

Serena ed Elisa

DOTplan

AltraMetàdellaMela {Parte1}

Ciao a tutti!

Scusate l’assenza, abbiamo avuto qualche imprevisto, ma ora siamo molto entusiaste di mostrarvi le foto della degustazione AltraMetàdellaMela, svolta al ristorante Leggero lo scorso 16 novembre; gli scatti sono stati realizzati dalla bravissima fotografa Alessia Gatta. Agli invitati abbiamo presentato allestimenti diversi, per poter dare delle alternative su come potesse essere realizzato un tavolo per qualsiasi evento: matrimonio, compleanno, cena aziendale..

E’ importante dire che abbiamo differenziato gli allestimenti con dettagli originali e low cost, utilizzando ciò che offriva il ristorante, senza doverlo obbligare ad affrontare spese di affitto per tovagliati, sedie, porcellane, etc.. Un’altra idea per rendere l’allestimento insolito e meno dispendioso è stato tagliare sulle decorazioni floreali in quanto tali, ma diversificarle utilizzando carta, verdura, legumi e decorazioni varie.

Questo è ciò che proponiamo anche ai nostri clienti, per tagliare un pò i costi e magari concentrarli su un dettaglio o momento speciale dell’evento, matrimonio o festa che sia.

alessia gatta copyright

Partiamo dal tavolo antipasti, ispirato al mondo industriale. La tavolata era ricoperta con carta da pacco sulla quale erano stati descritti a pennarello gli antipasti; presentava lampadine, molle ed elementi grezzi in metallo.

Per dare movimento anche verticale abbiamo appeso un setaccio all’altezza degli occhi e lo abbiamo trasformato in un espositore, la stessa cosa l’abbiamo fatta con una grata di metallo sistemata in verticale per accogliere dei bicchierini finger. Lo chef ha pensato di arricchire il tavolo con degustazioni di fingers food dagli abbinamenti inaspettati: come i cubi di tonno alla milanese,  le alette di pollo al miele o il cappuccino di seppie. Dopo gli antipasti: i consigli per la scelta di un buon catering, direttamente dallo chef Marco Rocco.

 

 

 

E finalmente a tavola!!

In sala abbiamo allestito tre tavoli diversi:

Il  tavolo quadrato in stile moderno, giocato sulle tonalità grigie-verdi e carta da zucchero, con tovagliette tinta naturale, centrotavola “vegani” composti da broccoli e sedani in vasi di vetro squadrati bassi, contornati da rami sbiancati e “dots” colorati di carta nelle tonalità del tavolo. Le porcellane seguivano la linea quadrata. Il segnaposto è stato creato utilizzando una mela verde infilzata dal menu stile cartello (stecchino e pannello quadrato) ed addolcito con un biscotto offerto dalla pasticcera Maria Cake Design.

 

La seconda mise en place, per il tavolo rotondo, è stata creata nel mood romantico in nuances rosa-bianco-fuxia. Poggiava su una tovaglia damascata bianca sormontata da una in tulle; al centro un piatto in ottone conteneva 3 vasi di ceramica bianca decorata all’interno dei quali erano state create delle composizione di rose inglesi, circondati da origami a cuore in sfumature di rosa e crema.

Gli origami, creati e allestiti da Serena, sono stai appesi anche al lampadario e dietro alle sedie, coperte con coprisedia bianchi per completare l’effetto romantico. Il menù è stato creato usando un carattere sinuoso sulle tonalità del porpora, che si abbinava bene alla linea della decorazione del foglio. Accanto  come segnaposto, è stato posato un biscotto offerto dalla pasticcera Maria Cake Design.

Ultima apparecchiatura per il tavolo rettangolare,  dal sapore nordico ed essenziale, con tovaglia a quadrettoni bianco+greige, tovagliette di compensato ideate e create da Elisa e sedie pieghevoli in faggio e noce. Il tavolo è stato decorato con midollino sbiancato e vasi del sottovuoto decorati con spago e contenenti legumi.

Il menù in questo caso è stato creato piegando una striscia di cartoncino stampato in modo da circondare il tovagliolo marrone e le posate. Anche in questo caso il segnaposto era un biscotto offerto dalla pasticcera Maria Cake Design.

Vi lasciamo con l’acquolina in bocca per la seconda parte del post, quella divertente..

Elisa e Serena

DOTplan

 

 

Dettagli e contaminazioni {Incartesimi}

Oggi, per inaugurare la nuova rubrica #dettagli&contaminazioni parliamo di origami.

Quest’arte, che si basa sulla piegatura della carta, è molto versatile e si presta bene per creare allestimenti speciali ed originali usando solo carta e tanta creatività. Fiori origami che si nascondono tra i fiori veri, nei bouquet, sulle torte, usati come bottoniere.. chi più ne ha più ne metta. In questa uggiosa giornata autunnale voglio regalarvi un po’ di allegria parlandovi in particolare delle creazioni di Monica dal Molin di Incartesimi.

INCARTESIMI

Ogni sua creazione nasce dalla profonda passione che ha per la carta. La lavora con curiosità, rispetto ed emozione per creare grandi e piccole magie. Per le spose creative, questa primavera ha proposto alla Fiera Abilmente di Vicenza ogni utile accessorio per il giorno del si. Tra tutte le proposte non potevano mancare decorazioni kusudama e pezzo assolutamente meraviglioso: un vestito origami!Ovviamente l’abito origami non può non essere abbinato ad un magnifico bouquet realizzato con roselline di carta e pigne, per seguire perfettamente l’effetto romantico e naturale che trasmette l’abito.

Monica ha appena esposto alla fiera autunnale Abilmente se siete curiosi di vedere ciò che ha creato per il prossimo Natale andate sul suo blog http://www.incartesimi.blogspot.it/

E’ incantevole ammirare i suoi lavori!

E danno davvero tanti spunti per creare nuovi e divertenti eventi!

Spero di avervi stuzzicato un pò.. Buona giornata

Elisa